Profughi: Le regole per una gestione virtuosa
    Un documento del Pd indica le azioni per garantire accoglienza, sicurezza e organizzazione

    Il Veneto può e deve organizzarsi per gestire al meglio il fenomeno migratorio, da un lato accogliendo chi ne ha davvero bisogno, dall’altro facendo rispettare le regole ai richiedenti asilo e garantendo la sicurezza dei propri cittadini. Il Partito democratico ha ribadito questa posizione a Eraclea, luogo simbolo dei problemi dovuti alla colpevole assenza della Regione Veneto e del suo presidente.

    Il segretario del Pd regionale, Roger De Menech, ha presentato un documento (qui sotto) in cui viene riassunta la posizione politica del partito sul fenomeno dell’immigrazione: «Indichiamo alcuni punti sui quali è necessario intervenire, anche con opportune modifiche normative. Per redigerlo abbiamo studiato il fenomeno dell’immigrazione e, soprattutto, abbiamo cercato di vederlo da più punti di vista: quello del cittadino, del volontario, dell’amministratore, del rappresentante istituzionale».

    Ne è uscito un testo di proposte concrete per il governo, per le prefetture e per i sindaci, semplici da attuare sia sul territorio sia a livello parlamentare. Dalla necessità del foto segnalamento dei profughi al momento dell’arrivo, all’importanza di coinvolgerli nella vita comunitaria attraverso lavori socialmente utili a favore dei comuni ospitanti; dai rimpatri per direttissima alla distribuzione diffusa sul territorio.

    «Sorprende», afferma De Menech, «che il presidente veneto resti ai margini di tema con un impatto di queste dimensioni sulla vita delle persone e sulle nostre comunità. Dispiace inoltre che questa iniziativa di organizzare e gestire attivamente il fenomeno dei profughi non sia stata presa direttamente dalla giunta regionale. L’avremmo appoggiata senza indugi».

    Oltre al documento con le proposte, il Pd ha presentato il protocollo d’intesa (qui sotto) attivato dai Comuni dell’Alto Vicentino con la locale Prefettura. L’accordo, elaborato da alcune amministrazioni dem della provincia di Vicenza, prevede la distribuzione diffusa dei richiedenti asilo in base al parametro base di 1 profugo ogni mille abitanti.

    Alla conferenza stampa di Eraclea hanno partecipato il sindaco di Eraclea, Giorgio Talon, i parlamentari Sara Moretto e Michele Mognato, i consiglieri regionali Francesca Zottis e Bruno Pigozzo e il segretario provinciale del Pd di Venezia, Marco Stradiotto.