Stimoliamo la Regione a un piano straordinario di aiuti a tutte le strutture ricettive e a tutte le micro imprese attive in Veneto nel comparto

 «Alla fine ha prevalso il buonsenso e il governo ha raccolto l’appello di quanti, tra cui il Partito democratico del Veneto, segnalavano pesantissime criticità di un eventuale turno elettorale in pieno luglio». Il segretario regionale del Pd, Alessandro Bisato, apprezza la decisione del governo di consentire il voto alle amministrative e alle regionali tra settembre e ottobre.

«Speriamo sia una data unica in tutta Italia, per le comunali e per i consigli regionali», auspica Bisato. «Una decisione giusta. Siamo ancora nella Fase 1, la campagna elettorale è l’ultimo dei nostri problemi. Ora dobbiamo concentrarci nel combattere il virus».

Con l’avvio della Fase 2, il primo problema da affrontare è quello della ripresa economica e del sostegno alle imprese. In particolare del turismo. Sgombrato il campo dalle elezioni, ora è possibile pensare a come far ripartire questo fondamentale comparto veneto, pur con tutte le cautele, e a salvare la parte principale della stagione, cioè i mesi estivi di luglio e agosto. Tutte le nostre energie devono andare in questa direzione, aiutando la Regione Veneto a mettere in campo un piano straordinario di aiuti economici per alberghi, campeggi, affittacamere, b&b, ristoranti, bar, musei, concessionari dei litorali e ogni micro e piccola azienda che opera nel turismo».