Bisato: «Il Veneto non ha bisogno di non luoghi che ne snaturano l’identità»

«Non fosse stato per la coraggiosa iniziativa dell’amministrazione di Dolo, la Riviera del Brenta sarebbe stata devastata dal faraonico progetto di Veneto City. Il disegno della Regione e della Lega di Zaia di riversare 1 milione e 700 mila metri cubi di cemento in una delle aree di maggior pregio ambientale del Veneto avrebbe inoltre aggiunto ulteriori criticità al commercio, alla mobilità locale e all’occupazione. La nostra regione non ha bisogno di altri mega centri commerciali, non luoghi che snaturano la peculiare identità veneta e svuotano di economie, cultura e di senso i nostri centri storici. Ora la Regione tragga le conseguenze delle decisioni delle amministrazioni locali e cancelli le previsioni di Veneto City dai propri strumenti urbanistici». Lo afferma il segretario regionale del Pd Veneto, Alessandro Bisato.